Firma l’Iniziativa Europea!

Puoi firmare l’Iniziativa europea (EI) contro TTIP e CETA compilando il sottostante modulo. Firma qui italiano oppure scegli una lingua dalla lista qui sotto.

Se preferisci non firmare online oppure se desideri raccogliere le firme tra familiari ed amici, puoi scaricare un modulo per la raccolta firme nella tua lingua qui:

 

Altre lingue disponibili:

 
 
Aiutaci a diffondere il messaggio sul TTIP e il CETA e ad ottenere supporto per la nostra campagna! Ecco un po’ di idee su cosa puoi fare: 

1) Sei su Facebook o Twitter? Se sì, usa il tasto qui sotto per chiedere ai tuoi amici di sottoscrivere l’ICE.

2) Invia un’email alle persone che conosci. Eccoti un esempio di email (da modificare a tuo piacimento).

3) Raccogli firme sul tuo posto di lavoro, nei negozi che frequenti abitualmente o sulla via principale della tua città. Puoi scaricare il foglio per la raccolta firme (in varie lingue) qui.

4) Aiutaci a tradurre questo sito web o la nostra newsletter in altre lingue europee. Se vuoi partecipare, manda una mail a info@stop-ttip.org

5) Portare avanti un’estesa campagna europea, purtroppo, non costa poco. Ci servono fondi per organizzare eventi di protesta, portare avanti azioni legali contro l’Unione Europea, procurarci materiali, mantenere il nostro ufficio, ecc. Considera l’opportunità di fare una piccola donazione.

 
 

Ecco le risposte ad alcune delle domande più frequenti riguardo alla raccolta di firme:

 

Quale è l’obiettivo della nuova raccolta di firme come Iniziativa Europea?

Lo scopo è sempre quello di bloccare i trattati TTIP e CETA. Nel primo anno della nostra campagna abbiamo avuto un grande successo e vorremmo proseguire su questa via. Vogliamo continuare a: dimostrare ai politici che l’opposizione contro questi accordi commerciali è molto forte, informare i cittadini dell’Unione Europea sulle conseguenze del TTIP e del CETA, e stimolare il pubblico dibattito sulla questione.

Quando finirà la raccolta di firme per la Iniziativa Europea?

La raccolta firme prosegue con il nuovo nome di “Iniziativa Europea”: con questo nuovo nome potete continuare a firmare ed a fare firmare. Per ora non abbiamo definito una scadenza dato che anche il processo politico dei trattati non ha alcun calendario prestabilito. Ma, è ugualemente molto importante che ci inoltriate al più presto possibile le liste complete di firme (Stop TTIP, Marienstraße 19/20, 10117 Berlin, Germania), così noi potremo contare le firme e pubblicare i totali aggiornati. Per rimanere aggiornati sugli sviluppi e sui programmi della nostra campagna, vi chiediamo di iscrivervi alla nostra newsletter nel riquadro a destra.

Posso partecipare alla campagna come cittadino UE anche se vivo all’estero?

Come cittadino Europeo puoi firmare la iniziativa anche se risiedi fuori dalla Unione Europea. Nel campo “Paese” devi indicare il paese della tua cittadinanza. Puoi firmare online oppure scaricare un modulo da firmare, compilalo con le informazioni necessarie e rimandacelo a:

Stop TTIP
Marienstraße 19/20
10117 Berlin
Germany

Se non potete spedire la vostra lista per posta, potete mandarci un fax (+49 30-28482378) oppure inviarci una email della scansione (info@hidemestop-ttip.org).

Chi può firmare la Iniziativa Europea?

Tutti i cittadini UE possono firmare la IE purché abbiano il diritto al voto nel proprio paese. Per gli austriaci basta avere 16 anni, per altri paesi ne servono 18. In sostanza, i minorenni non possono sottoscrivere l’iniziativa. Tuttavia, siccome noi non chiediamo una data di nascita non siamo in grado di controllare ogni caso specifico.

Inoltre, possono ora firmare l’Iniziativa anche i cittadini dei paesi nell’Associazione Europea di Libero Scambio (AELS), ossia dell’Islanda, Liechtenstein, Norvegia, e Svizzera.

Perché avete deciso di comprendere nella campagna anche i paesi membri dell’AELS ?

Anche se i paesi dell’AELS non prenderanno parte alle trattative del TTIP e CETA, i loro cittadini sarebbero ugualmente coinvolti dagli effetti degli accordi commerciali. La Norvegia, l’Islanda ed il Liechtenstein appartengono allo Spazio Economico Europeo (SEE). Il Comitato economico e sociale europeo (CESE) sostiene che qualsiasi modifica in qualsiasi campo regolamentato dagli accordi SEE, avrà un impatto anche sui tre paesi non UE che fanno parte del SEE. Per esempio, se un prodotto potrà essere legalmente venduto nell’UE, allora potrà essere legalmente venduto anche in Norvegia, Islanda e Liechtenstein. Cambiare le normative sulla qualità dei prodotti, in tutti i campi, dagli alimenti alle apparecchiature elettroniche, avrà così probabili conseguenze anche per i cittadini di quei paesi. La commissione parlamentare congiunta della SEE sottolinea inoltre che ogni modifica che abbia impatto sui servizi pubblici o sui pubblici appalti, dovrà essere implementata da tutti gli stati appartenenti alla SEE, compresi quelli non UE. Mente invece non ci sarà probabilmente alcun effetto sulle normative a protezione degli investimenti.

Attraverso accordi commerciali bilaterali, anche la Svizzera intrattiene strette relazioni commerciali con l’Unione Europea, e spesso la legge Svizzera si adegua a quella dell’UE. E’ quindi possibile che la Svizzera adotti le nuove normative, qualora gli accordi commerciali vengano ratificati.

Inoltre, i paesi dell’ AELS vorranno evitare di trovarsi “svantaggiati”, qualora il TTIP ed il CETA entrassero in vigore. Una clausola del terzo stato che permettesse agli stati non-UE dell’AELS di entrare a far parte del TTIP, oppure un accordo separato tra i stati non UE dell’AELS e gli USA, potrebbero essere metodi per evitare questo “svantaggio”. Per questo motivo, anche i cittadini della Norvegia, dell’Islanda, del Liechtenstein e della Svizzera dovrebbero potere indicare ai loro governi se sono contrari questi accordi commerciali.

Con le trattative per il TTIP ancora in atto e con la stesura finale del CETA non ancora disponibile, è difficile valutare quale potrà essere l’impatto sugli stati non UE dell’AELS. Le conseguenze per questi stati dipenderanno anche dalla posizione che i loro governi assumeranno rispetto a questi accordi commerciali.

Posso firmare due volte?

Puoi firmare la Iniziativa Europea solamente una volta. Tecnicamente è possibile per una persona firmare più di una volta, se lo fa attraverso i diversi metodi di raccolta adottati dalle varie organizzazioni. Tuttavia, ad intervalli regolari noi controlliamo che non ci siano duplicati. Poiché si tratta di una questione difficile dal punto di vista tecnico e critica in materia di protezione dei dati, potremo effetture questi controlli solamente ad intervalli di alcuni mesi. Vedremo così scendere il numero totale delle firme ogni volta che rimuoveremo i duplicati. Non ha quindi molto senso firmare più volte. D’altra parte, se lo hai già fatto per errore, non hai creato nessun problema irrimediabile.

Ho già firmato per la (s)ECI, posso di nuovo firmare per la IE (Iniziativa Europea)?

Se hai già firmato per la (s)ECI non devi firmare una altra volta per la IE (Iniziativa Europea). Infatti, la IE è la continuazione a tutti gli effetti dei nostri sforzi di raccolta firme.

Perché posso firmare una volta sola con il mio indirizzo Email?

Per impedire alle persone di firmare più di una volta, ogni indirizzo email può essere utilizzato solo una volta per firmare la Iniziativa Europea. Le coppie o le famiglie che utilizzano collettivamente un singolo indirizzo di posta elettronica possono quindi firmare online una sola volta. Tuttavia anche gli altri possono comunque firmare l’Iniziativa con altre modalità. Per farlo basterà scaricare un modulo per la firma e stamparlo. In questo modo quelli che non sono riusciti a firmare online, potranno sottoscrivere l’Iniziativa sui nostri moduli stampati per le firme.

Come mai non succede nulla quando premo sul tasto “Firma”?

Se hai premuto sul tasto “FIRMA” e non succede nulla, controlla per piacere di avere riempito tutti i campi del modulo. Se hai riempito tutti i campi e ugualmente non vieni trasferito alla pagina successiva, potrebbe trattarsi di qualche problema con il browser che stai usando. Prova per piacere ad usare un browser diverso (Firefox, Opera, Safari, ecc.). Se non funziona neppure con un browser diverso, scrivici per piacere una email spiegando il problema il meglio possibile ed indicando il browser che stai usando e la sua versione (per esempio Firefox 33.1).

Perché devo indicare il mio indirizzo completo per firmare l’Iniziativa?

Vorremmo potere dimostrare ai politici ed alle istituzioni che le persone che hanno sottoscritto la nostra iniziativa sono persone reali, che non vogliono nascondere dietro all’anonimato il proprio supporto alla Iniziativa Europea. Manterremo le tue informazioni in sicurezza e non le rivelerremo a terze parti.